“Primer”: per fare un film non serve una laurea in cinematografia…

…ma una in fisica, ingegneria, matematica, chimica ecc.

Recensione ubriaca: “Primer”(Usa,2004)

Maledetto il giorno in cui ho chiesto ad amici “Dai che proviamo a guardare questo film assieme, mi hanno detto che è un bordello da capire”. Si, perchè io volevo fare il figo quindi ho preso la macchina del tempo di “Primer” che è una specie di cabina che tu devi accendere perchè si carichi, poi vai a casa, ti guardi “Primer”in inglese con sottotitoli in italiano (perchè non esiste un doppiaggio italiano nonostante il film sia del 2004), poi torni alla cabina che nel frattempo si è caricata, entri e torni indietro nel tempo al momento in cui avevi acceso la macchina stando attento a non beccare te stesso, vai a vederti il film con i tuoi amici per la prima volta (in realtà per te la seconda) e fai il figo perchè tu, avendo visto due volte il film, riesci a spiegare il film agli altri ma quando sei più o meno a metà trama ti incarti e ti rendi conti che il film effettivamente non l’hai capito neanche tu.

2000px-Time_Travel_Method-2.svg.png

Così funzionano i viaggi nel tempo di “PRIMER”

continua a leggere

Annunci

“22/11/63”: S.King fa un tuffo nel passato in tutti i sensi…

…e J.J.Qualcosa ci mette lo zampino.

News e notizie: serie tv “22/11/63″(Usa, 2016)

Qualche anno fa lo scrittore S.King uscì con questo libro dal titolo”22/11/63″che trattava i viaggi nel tempo, nello specifico andare a salvare Kennedy grazie ad un portale piazzato lì a caso che solo chi è veramente fanatico di King può accettare. La storia è semplice, vai nel passato cambi cose e quando torni hai cambiato il presente, ma raccontato dal re del brivido tutto cambia. Infatti il tuffo nel passato non lo fanno solo i protagonista della storia ma lo fa anche King, con un libro che sembra stato scritto dal King giovane, quello di “Misery”, “It”, “L’ombra dello scorpione” ecc. e non dal King moderno secondo me un pò sottotono. E cosa succede nel frattempo? Quel J.J. con la sua gang di “facciamo serie tv tanto per cambiare”, prende uno dei migliori libri di King dell’ultimo periodo, lo legge  (si spera!!!) con l’acquolina in bocca (dai che rifaccio “Lost”) e fa partire una nuova serie. Adesso però occhio!!! La storia è già scritta, quindi signor Qualcosa non puoi più inventarti le cose sul momento e anche le regole sui viaggi nel tempo sono già state decise da King.

MV5BMTM4MTE0NTkzMV5BMl5BanBnXkFtZTcwODEwNDU0OQ@@._V1_UX214_CR0,0,214,317_AL_

“Ma ce l’hai con me?!”

continua a leggere