“Westworld”: quando i grandi giocano agli indiani e cowboy…

… ed Anthony Hopkins prende il posto di John Hammond

News e notizie: trailer della serie tv “Westworld”(Usa 2016-in corso)

Nel 1973  Michael Crichton diresse  Il mondo dei robottitolo originale “Westworld”, ed oggi il fratellino di Nolan con la sua moglie ha deciso di farne una serie tv. Dieci puntate da circa un’ora per raccontarci la storia di un parco a tema “leggermente” utopistico in cui i visitatori potranno giocare a fare i cowboy nel vecchio “West”e potranno divertirsi con le “attrazioni” (così chiamate dai creatori) che non sono altro che robot con il compito di fare da attori e sopratutto da vittime in questa simulazione  western. Mentre ci vengono raccontate le storie all’interno del parco, assistiamo anche a ciò che succede dietro le quinte ovvero nei laboratori dove tutto questo piccolo universo viene creato e controllato. E in tutto questo chi gioca a fare a Dio? Un attore che porta il nome di Anthony Hopkins, un John Hammond (“Jurassic Park” per intenderci) molto più attento alle sue creature, più maturo, che se inizialmente sembra un vecchietto che ha deciso di lasciare le redini del suo universo ai più giovani, dopo poche scene ci fa capire subito che lui sarà importante nello svolgersi della serie e che è solo all’inizio dal capire cosa vuol dire giocare a fare Dio.

Piccola parentesi

Logicamente anche qui c’è lo zampino dello Spielberg delle serie tv, quel J.J.Qualcosa (Abrams mi pare) da me tanto nominato in questo blog. 

A questo punto lo potrei rinominare Mr “J.J.Thuersday” perchè sempre in mezzo ai…

westworld-768x300

Continua a leggere

Annunci

“Silicon Valley”: ma voi tipo Penny non ce l’avete?

…è come Big Bang Theory, ma è totalmente diversa.

News e notizie: trailer della serie tv “SILICON VALLEY”(Usa 2014-in corso)

Prima di parlarvi di questa stupenda serie tv vi spiego dov’eravamo finiti per tutto questo tempo. Come tutte le sere eravamo al bar a parlare di cinema, ovviamente, quando all’improvviso, verso la decima birra circa, uno di noi tira fuori il cellulare e comincia a correre come un matto in giro per il bar passando anche dietro al bancone, mirando non so cosa con il cellulare. Dopo aver appurato che stava testando il Beta di un nuovo giochino che sarebbe stato destinato ad avviare la prima vera invasione Zombie della storia dell’umanità, abbiamo deciso di provarlo tutti insieme. Per non so quanti giorni anche noi abbiamo vissuto da zombie assetati non di sangue ma di Pokemon e per di più ubriachi, ma per fortuna l’alcool ha smesso di fare il suo effetto e siamo riusciti a tornare alla realtà.

No ragazzi scherzo!!! Noi non abbiamo giocato a quel giochino maledetto, semplicemente siamo mancati per un po’ perchè abbiamo comunque una vita da vivere. E nel frattempo ci imbattiamo in cose a caso che scopriamo essere ciò che stavamo cercando. Passiamo quindi a parlare di “Silicon Valley”, una serie che dal mio punto di vista ha decisamente superato Big Bang Theory, e lo ha fatto senza bisogno di Penny. Si perchè in questa valley f**a niente!!!

Silicon-Valley-Cast-Logo

“Silicon Valley”: l’opposto totale di De Vallen ad Amsterdam

 

Continua a leggere

“PREACHER”, ovvero come Terence hill avrebbe dovuto interpretare Don Matteo

Da fumetto a serie tv

News e notizie: trailer della serie tv “Preacher”(Usa 2016-in corso)

Se immaginavamo ai tempi del Terence pistolero il suo esordio futuro in una serie tv in cui interpretava un prete, ce lo saremmo immaginato più simile al “Preacher” di quel fumetto scritto da Garth Ennis e disegnato da  Steve Dillon negli anni ’90, piuttosto che a Don Matteo. Ma ormai è tardi, Don Matteo ce l’ho dobbiamo tenere.

Molti di voi forse non conoscono questo fumetto ma poco importa, se non avete voglia o tempo di cercarvelo andate a godervi qualche illustrazione pescandola dall’oceano “internettiano”, giusto per farvi un idea di cosa sia questo “Preacher”. Per chi invece conosce bene il predicatore Jesse , la pazza Tulip e il succhiasangue Cassidy, dopo aver visto il pilot della serie, sappiate che differenze ce ne sono molte ma sicuramente non vi potrà deludere. Sinceramente non mi sarei aspettato un prodotto di questo livello ma certo, dobbiamo aspettare le puntate future, sono comunque convinto che anche se andrà calando diventerà una delle serie più amate del sottoscritto (a braccetto con “Ash Vs EvilDead”). Staremo a vedere, intanto andate di corsa a spararvi la prima puntata, e fatelo anche se non siete appassionati di fumetti.

preacher-split

Ognuno ha il Don Matteo che si merita!!!

Continua a leggere

“ASh Vs Evil Dead”: 10 motivi per vederlo…

…vs 10 per non vederlo.

News e notizie: serie tv “Ash vs Evil Dead”(Usa,2016)

Un po’ di storia (questa parte è riassunta nella didascalia sotto la foto quindi non leggetela).

Nel 1981 Sam Raimi dirige “The Evil Dead”, da noi “La casa”, cult movie del genere “Cabin in the woods”, in cui vediamo alcuni ragazzi che vanno nella loro classica casetta nel bosco per poi trovare un demone pronto ad ucciderli. Primo lungometraggio del regista, low budget, entrato nella storia sopratutto per la presentazione del protagonista Ash Williams interpretato da Bruce Campbell, attore che, come il Michael Keaton di “Birdman”, vive ancora oggi al fianco del suo personaggio. Dopo il successo di questo film, Sam Raimi decide di fare il grande salto, girando il sequel-remake “La Casa 2”, dando originalità e personalità a quella che diventerà una delle saghe Horror più divertenti della storia. Questo è uno dei pochi casi in cui “il secondo è meglio del primo”, questo per mille motivi, qui il film ci racconta la crescita di Ash e dell’orrore che la casa può provocare fino ad arrivare al finale stile “Il pianeta delle scimmie”(quello del 1968). Si passa poi al 1992 con il terzo atto “L’armata delle tenebre” e qui cambia tutto; film meno riuscito di tutta la saga, ha comunque il suo valore per quanto riguarda l’espansione del mondo di “Evil Dead”. Parlerò in maniera più approfondita di questi film più avanti perchè ora vi voglio parlare della serie tratta dal mondo di Raimi e Ash.

la-casa-2.jpg

“EVIL DEAD” è questo!!!!

Continua a leggere

“Scream”: tra le tante cose belle lasciateci da Craven

Recensione di “Scream: la saga”(Usa,1996-2011)

Los Angeles, 30 agosto 2015. Ci lascia un regista che ha fatto storia, Wes Craven. Il creatore di Freddy e di Ghostface, ma anche regista di pellicole che hanno insegnato cosa vuol dire horror come “L’ultima casa a sinistra” e “Le colline hanno gli occhi”, diventati oggi cult e di cui sono stati fatti dei remake (non brutti tra l’altro). Ma perchè parlare di “Scream” che è stato girato dopo anni di carriera del regista, in un momento in cui ormai era già affermato? Punto primo perchè sono figlio degli anni ’80 quindi questo film fa parte della mia infanzia, punto secondo perchè questo film ha creato un nuovo genere horror e punto terzo perchè con questo film il regista è stato capace di reinventarsi creando ancora un prodotto che negli anni è diventato un cult e questo non tutti lo sanno fare (vedi Dario Argento da noi).

 Wes__07-2smaller_crop.jpg

Wesley Earl Craven (Cleveland, 2 agosto 1939 – Los Angeles, 30 agosto 2015)

Continua a leggere

“22/11/63”: S.King fa un tuffo nel passato in tutti i sensi…

…e J.J.Qualcosa ci mette lo zampino.

News e notizie: serie tv “22/11/63″(Usa, 2016)

Qualche anno fa lo scrittore S.King uscì con questo libro dal titolo”22/11/63″che trattava i viaggi nel tempo, nello specifico andare a salvare Kennedy grazie ad un portale piazzato lì a caso che solo chi è veramente fanatico di King può accettare. La storia è semplice, vai nel passato cambi cose e quando torni hai cambiato il presente, ma raccontato dal re del brivido tutto cambia. Infatti il tuffo nel passato non lo fanno solo i protagonista della storia ma lo fa anche King, con un libro che sembra stato scritto dal King giovane, quello di “Misery”, “It”, “L’ombra dello scorpione” ecc. e non dal King moderno secondo me un pò sottotono. E cosa succede nel frattempo? Quel J.J. con la sua gang di “facciamo serie tv tanto per cambiare”, prende uno dei migliori libri di King dell’ultimo periodo, lo legge  (si spera!!!) con l’acquolina in bocca (dai che rifaccio “Lost”) e fa partire una nuova serie. Adesso però occhio!!! La storia è già scritta, quindi signor Qualcosa non puoi più inventarti le cose sul momento e anche le regole sui viaggi nel tempo sono già state decise da King.

MV5BMTM4MTE0NTkzMV5BMl5BanBnXkFtZTcwODEwNDU0OQ@@._V1_UX214_CR0,0,214,317_AL_

“Ma ce l’hai con me?!”

continua a leggere

2017-L’anno dell’utopia

…cosa fare aspettando che arrivi.

News e notizie: trasposizione de”La torre nera” e terza stagione di “Twin Peaks”

Nel 2017 potrebbero succedere cose strane del tipo l’arrivo sulla terra degli alieni, dei cavalieri dell’apocalisse, di un nuovo messia che ci porterà alla salvezza, di un miliardo di turisti che arrivano dal futuro, di un politico onesto, di un papero parlante (questo forse al cinema lo vedremo) e chissà quante altre cose impossibili. Ma più di tutti nel 2017 potrebbero arrivare 2 cose per cui io mi sono già preparato e se voi non l’avete ancora fatto allora spegnete il computer e andate a prepararvi!!! Prepararvi per cosa? Per questo:

 

DARK-TOWER_IDRIS-ELBA_MATTHEW-M_

“Matthew, cosa ci faccio con un casco in mano?”

Continua a leggere