“Silicon Valley”: ma voi tipo Penny non ce l’avete?

…è come Big Bang Theory, ma è totalmente diversa.

News e notizie: trailer della serie tv “SILICON VALLEY”(Usa 2014-in corso)

Prima di parlarvi di questa stupenda serie tv vi spiego dov’eravamo finiti per tutto questo tempo. Come tutte le sere eravamo al bar a parlare di cinema, ovviamente, quando all’improvviso, verso la decima birra circa, uno di noi tira fuori il cellulare e comincia a correre come un matto in giro per il bar passando anche dietro al bancone, mirando non so cosa con il cellulare. Dopo aver appurato che stava testando il Beta di un nuovo giochino che sarebbe stato destinato ad avviare la prima vera invasione Zombie della storia dell’umanità, abbiamo deciso di provarlo tutti insieme. Per non so quanti giorni anche noi abbiamo vissuto da zombie assetati non di sangue ma di Pokemon e per di più ubriachi, ma per fortuna l’alcool ha smesso di fare il suo effetto e siamo riusciti a tornare alla realtà.

No ragazzi scherzo!!! Noi non abbiamo giocato a quel giochino maledetto, semplicemente siamo mancati per un po’ perchè abbiamo comunque una vita da vivere. E nel frattempo ci imbattiamo in cose a caso che scopriamo essere ciò che stavamo cercando. Passiamo quindi a parlare di “Silicon Valley”, una serie che dal mio punto di vista ha decisamente superato Big Bang Theory, e lo ha fatto senza bisogno di Penny. Si perchè in questa valley f**a niente!!!

Silicon-Valley-Cast-Logo

“Silicon Valley”: l’opposto totale di De Vallen ad Amsterdam

 

Continua a leggere

Annunci

“PREACHER”, ovvero come Terence hill avrebbe dovuto interpretare Don Matteo

Da fumetto a serie tv

News e notizie: trailer della serie tv “Preacher”(Usa 2016-in corso)

Se immaginavamo ai tempi del Terence pistolero il suo esordio futuro in una serie tv in cui interpretava un prete, ce lo saremmo immaginato più simile al “Preacher” di quel fumetto scritto da Garth Ennis e disegnato da  Steve Dillon negli anni ’90, piuttosto che a Don Matteo. Ma ormai è tardi, Don Matteo ce l’ho dobbiamo tenere.

Molti di voi forse non conoscono questo fumetto ma poco importa, se non avete voglia o tempo di cercarvelo andate a godervi qualche illustrazione pescandola dall’oceano “internettiano”, giusto per farvi un idea di cosa sia questo “Preacher”. Per chi invece conosce bene il predicatore Jesse , la pazza Tulip e il succhiasangue Cassidy, dopo aver visto il pilot della serie, sappiate che differenze ce ne sono molte ma sicuramente non vi potrà deludere. Sinceramente non mi sarei aspettato un prodotto di questo livello ma certo, dobbiamo aspettare le puntate future, sono comunque convinto che anche se andrà calando diventerà una delle serie più amate del sottoscritto (a braccetto con “Ash Vs EvilDead”). Staremo a vedere, intanto andate di corsa a spararvi la prima puntata, e fatelo anche se non siete appassionati di fumetti.

preacher-split

Ognuno ha il Don Matteo che si merita!!!

Continua a leggere

“PIXELS”. Noi assassini seriali di lemmings non lo possiamo accettare.

E noi Lemmings siamo leggermente incaxxati!!!

Film Brutti: recensione incazzata di “Pixels”(USA, 2015)

“Anni ed anni di “Lemmicidi”, di battaglie impossibili e di infinite campagne. Abbiamo visto morire milioni di nostri fratelli caduti nella lava, auto-implosi e trucidati in altri mille modi diversi. E questo per cosa? Per la felicità di piccoli e stupidi ragazzini? Gli stessi piccoli e stupidi ragazzini che oggi sono diventati grandi e si divertono ancora a guardare morire Pac-Man, Super-Mario, Donkey Kong e tutti gli amici “pixeliani”? Bè, attenti ragazzi, vi siete dimenticati di noi e adesso ci vendicheremo!!!”

Portavoce dei Lemmings.

E noi Alcolisti Cinefili appoggiamo la causa, per questi motivi:

1.”Pixels” è un film BRUTTISSIMO e INUTILE.

2. In “Pixels”non ci sono i lemmings!!!

3. Di Lemmings ne abbiamo uccisi veramente un sacco!!!

uscite-pixels2-1000x600.jpg

Occhio ai lemmings!!! Ma anche alle mosche ragazzi!!!

Continua a leggere

“Il mio nome è nessuno”, scherzi da prete…

…il tuo nome è Don Matteo!!!

Scene migliori:”Il mio nome è nessuno”(Italia,Germania,Francia,1973)

Terence Hill per noi #alcolisti#cinefili# è un eroe e in questo film ce lo dimostra, a lui l’alcool non fa paura e continuando a bere riesce a sparare con mira infallibile ai bicchieri che lancia dietro di sé. Oggi conosciuto come Don Matteo, parente lontano del”la#fu#signora#Fletcher”, risolve omicidi senza bisogno di menare e questo a noi non piace, infatti per noi lui rimane il signor “Nessuno”,o per gli amici “Trinità”. Classico film western all’italiana, scritto e diretto da Tonino Valerii, musica del finalmente premio Oscar Ennio Morricone (e sarebbe da parlarne per ore), questo film non è forse molto conosciuto, ma avendo già parlato dell’altro nostro eroe Bud Spencer, è giusto dare spazio anche al suo compare, qui in solitaria, e presente nelle nostre copertine a rappresentare lo spaghetti western al bancone del bar (arriverà anche Bud). Godiamoci quindi questa scena dove il “prete”fa quello che gli riesce meglio, divertire e menare. Cin, ragazzo, alla tua!!!

 

“E anche sto giro tutti ubriachi, al povero grabbero non ci pensa mai nessuno”                                                                                                                                                                  #Grabbero#Astemio#                       “Mi hai chiamato? Quando vuoi vieni da me, mi trovi al confessionale!!!”                                                                                                                                                                                  #Nessuno#

Tasso alcolico del Grabbero: 75%( buttato fuori dal Saloon)

 

pubblicato da

Red Sledding, #alcolisti#cinefili#

“Grabbers”: ciò che non ti uccide ti rende più ubriaco!!!

Il mostro astemio ci piace, più alcool per noi!!!

Recensione ubriaca: “Grabbers”(Irlanda,Regno unito, 2012)

Registrazione dell’incontro al centro mostri anonimi:

-“Ciao, io sono un Grabber e sono 10 giorni che non uccido.-“Ciao Grabber, dicci qual’è il problema?”-

-“Qua sono tutti ubriachi”-“E quindi?”-

-“Il fatto è che io sono astemio”-“Oddio, ma allora come è possibile che gli alcolisti cinefili ti facciano una recensione?”-

-“Non lo so, addirittura dicono che la fanno solo per me!”-“Solo per te? ma come?”-

-“Si perchè mi vogliono come mascotte!”-“Bene, dovresti essere contento!”-

-“Si, ma il problema è che mi vogliono far fare le recensioni ubriache!!!”-

Gli #alcolisti#cinefili# cosa fanno quando trovano un film che parla di ubriaconi? Fanno una recensione ubriaca, mi sembra ovvio. Lo so, è scontato, ma non potevo non farlo!!! Immaginate di scoprire che sulla vostra isola sia arrivato un mostro che comincia ad uccidere tutti e che scopriate che lui è sì mostruoso ma ha un piccolo problema (oh poverino, non regge l’alcool), voi cosa fate? Ma logico, fate come gli Irlandesi, tutti al bar a bere e a sfondarsi di alcool. Questo è in poche parole “Grabbers”.

vlcsnap-2012-09-14-05h34m04s80.png

Ecco cosa succede se offrite ad un Grabbers una pinta!!!

Continua a leggere

“Ghostbusters”: dopo anni di lotte la donna emancipata ha vinto la guerra…

…e a pagarne le conseguenze saranno i fans.

News e notizie: trailer di “Ghostbusters”(Usa, 2016)

Ecco perchè i sogni delle volte dovrebbero rimanere tali, perchè se avverati si scoprono tutt’altro che appaganti. Oddio sto solo parlando di un trailer, e qua non c’entra assolutamente l’emancipazione femminile, però vedete, è uscito da un po’ questo trailer che non è un raggiungimento di un sogno ma una dichiarazione chiara del fatto che non vedremo mai “Ghostbusters 3”. Ora è deciso, quel film non uscirà mai!!!

vmtw2nyuv7c13gisibxn.jpg

Vi ricorderemo così!!!

continua a leggere

“The final girls”: era da “Ritorno al futuro”che non provavo qualcosa di simile…

…sarà colpa del “The final round of drinks”!!!

Recensione ubriaca:”The final girl”(Usa,2015)

Non so a voi ma quando guardo “Ritorno al futuro”(tutta la trilogia si intende) mi parte quella sensazione strana, che ti senti affianco al protagonista e ti sembra di vedere un film da dietro le quinte. Nella parte seconda di ritorno al futuro effettivamente stai guardando non solo Marty McFly e Doc versione giovane ma anche il film stesso versione “parte prima”. Cioè ti senti più che nel passato della loro storia in un film dentro ad un film e secondo me è sempre stata questa la forza di questa trilogia (certo il terzo ha un po’ perso questa cosa). Comunque, sarà stato quell’ultimo giro con gli amici al bar chi lo sa, ma ho provato le stesse sensazione guardando “The final girls” film americano diretto da Todd Strauss-Schulson (non so chi sia!). Come è possibile che questo film che non parla di viaggi nel tempo ti faccia provare le stesse sensazioni di “Ritorno al futuro”? Perchè non parla di viaggi nel tempo ma in realtà il viaggio lo fa fare al telespettatore. La storia è questa, ragazza perde madre che faceva l’attrice nel film inventato “Camp Bloodbath” (“venerdi 13″-lago=”Camp Bloodbath”), un po’di tempo dopo (il giorno dell’anniversario probabilmente), si reca al cinema per la proiezione del film, parte un incendio e la ragazza con i suoi amici finisce nel film stesso. Vi ricorda Schwarzi per caso?! “Last action Hero” vi dice niente? Perfino il titolo è uguale! Si è vero, non può non venirti in mente questo film, ma poi quando lo guardi ti accorgi che non c’è niente di simile nei due film quindi dimenticatevi subito di Schwarzi!!!Qui si parla di altro!

MartyMcfly.jpg

“Ma quindi che cazzo centro io? Non ci sto capendo niente!!” pensiero di Levi Strauss. “Aspetta non sarò mica parente del regista? Strauss anche lui?”

continua a leggere

“Occhio alla penna”, anzi no alla linea!!!

Miglior abbuffata al cinema.

Scene migliori: “Occhio alla penna”(Italia,1981)

“Il dottore cosa desidera?”

“Tutto”

Bud Spencer non è solo famoso per le botte ma anche per le grandi mangiatone e questa è una delle migliori scene di abbuffata nella storia del cinema. A me non fa solo venire fame ma mi fa tornare alla mente la mia infanzia perchè questo film magari meno conosciuto di altri fatti da Bud Spencer (in questo non c’è neanche Terence Hill), è il primo che mi viene in mente pensando a lui sopratutto per questa scena. Godetevela e se avete un po’ di tempo suggerite altre scene che considerate le migliori abbuffate del cinema!

Aspetto vostri consigli…

Ma la musichetta sotto poi quanto è figa!!!!!!!!!!!!

pubblicato da

Red Sledding, #alcolisti#cinefili#

“Smetto quando voglio”: rapina da Cinespaghettone…

…e comunque anche il resto del film!!!

Scene migliori: Cinespaghettone “Smetto quando voglio”(Italia,2014)

Smetto quando voglio, film italiano uscito nel 2014 diretto da Sydney Sibilia, giovane regista alle prese col suo primo lungometraggio, si conquista sicuramente un posto tra i film italiani che hanno qualcosa da ridire a quelli che “il cinema in Italia è morto”. Film molto divertente ma non solo, la storia sembra tirata fuori da una classica americanata tipo “abbiamo bisogno di soldi quindi Drugs Please!!!”(e infatti tutti a parlare di una famosa serie tv che parla di droga) ma non è così! Il film è italianissimo! continua a leggere

“Lego Batman il film”: quando il povero Bruce si fa la sigla da solo…

…nananananaanannaananaananna Batman!!!!!

News e notizie: trailer di “Lego Batman il film”(Usa,2017)

Dopo lo stupendo “The lego movie” arriva lo spin-off con Batman, già presente nel primo film. Dal mio punto di vista l’idea di creare un film sui lego che in realtà non è altro che una storia immaginata e “sceneggiata” da un bambino reale, proprio come tutti noi abbiamo già fatto nella nostra infanzia, è stata la scelta più azzeccata per creare il primo film ufficiale sui mattoncini colorati. Appassionato da sempre dei Lego (chi non lo è?) quando uscì il primo film non ero convinto prima di vederlo ma poi visto una volta lo vuoi vedere altre cento perchè quello che stai guardando sono lego veri, cioè non è un film sui lego ma un film fatto con i lego, con una storia legata ai vari scenari-kit del giocattolo più venduto al mondo e legato sopratutto all’idea che non smetteremo mai di amarli e che sotto sotto tutti vorremmo entrare ancora in un negozio di giocattoli per comprarci un nuovo lego da costruire e distruggere a piacimento.
Continua a leggere