“ROGUE ONE: A STAR WARS STORY” molto più di uno spin off

Gareth Edwards è il vero Babbo Natale dell’anno

recensione di “ROGUE ONE”(usa,2016)

Quest’anno è stato l’anno di ottime serie tv di cui ho già parlato e che hanno fatto felici un sacco di persone, per essere precisi parlo di “ash vs the evil dead“(in realtà iniziata a fine 2015 e di cui si è conclusa da poco la seconda stagione), “preacher” e “westword“. Tre storie decisamente diverse ma che hanno in comune una qualità impressionante dell’immagine e degli effetti speciali, paragonabile ad una buona percentuale di film usciti recentemente al cinema. Per non parlare dei finali di stagione coraggiosi e per nulla prevedibili; rischioso ma perfetto per una serie televisiva che si presenta la prima volta al pubblico. Nel frattempo però al cinema arrivano prodotti che sono totalmente l’opposto di quello che dovrebbero essere, parlo ovviamente di quei film che hanno cercato di riportarci a vivere grandi classici come “Ghostbusters”, “Jurassic Park” ed “Independence day” ma che fondamentalmente sono delle brutte caricature degli originali. Volendo si può mettere in lista anche “Suicide Squad”, strano modo di riportare sul grande schermo uno degli antagonisti più amati ovvero il “Joker”. Insomma, nel mio caso, mi sono ritrovato a non sapere più cosa andare a vedere al cinema, ad ammettere che molte serie tv sono ottime tanto quanto (QUASI!!!) il cinema e sopratutto a non sapere più cosa scrivere su questo blog. Poi all’improvviso Boom!!! Arriva “Rogue One”. Il regalo perfetto per Natale portato dal Babbo Gareth Edwards.

rogue-one-japan-poster-header-1200x720

                Quando uscirete dal cinema vi verrà un incredibile voglia di rivedervi il capitolo IV.

Continua a leggere

Annunci

Marvel e Dc Comics fanno gli auguri a tutte le mamme!!!

Racconto di una serata finita male in compagnia del grabbero.

Recensione di “Batman v Superman: DOJ”e “Capitan America: Civil War”(Usa,2016)

Ieri sera, sabato 8 maggio, stavo portando a spasso il grabbero che, dopo aver visto “Civil War”, era entrato in un leggero “hangover” e aveva quindi bisogno di prendere un po’ d’aria. Mentre camminavamo e parlavamo del film della “marvel” il grabbero se ne è uscito con la frase più pericolosa della storia:”basta!!!non bevo più!!!”. In quel momento si affaccia dalla finestra di un condominio un ragazzo con una birra in mano che urlava “Sono in un film degli Avengers, sono in un film degli Avengers!!!”, a quel punto gli ho chiesto chi fosse e lui mi ha risposto che si chiamava Peter e che aveva organizzato una festa per la sua apparizione in un film. Mi chiede di salire a ber qualcosa ma non ero solo così gli chiedo se può salire anche il grabbero e lui tranquillo “ma certo, tanto qua siamo tutti ubriachi”. Per la felicità del grabbero saliamo e inizia così una serata destinata a finire male!!!

batman-v-superman-dawn-of-justice-vs-captain-america-civil-war.jpg

“Bevi responsabilmente ragazzo,oh Batman sei già ubriaco?”

Continua a leggere

“Scream”: tra le tante cose belle lasciateci da Craven

Recensione di “Scream: la saga”(Usa,1996-2011)

Los Angeles, 30 agosto 2015. Ci lascia un regista che ha fatto storia, Wes Craven. Il creatore di Freddy e di Ghostface, ma anche regista di pellicole che hanno insegnato cosa vuol dire horror come “L’ultima casa a sinistra” e “Le colline hanno gli occhi”, diventati oggi cult e di cui sono stati fatti dei remake (non brutti tra l’altro). Ma perchè parlare di “Scream” che è stato girato dopo anni di carriera del regista, in un momento in cui ormai era già affermato? Punto primo perchè sono figlio degli anni ’80 quindi questo film fa parte della mia infanzia, punto secondo perchè questo film ha creato un nuovo genere horror e punto terzo perchè con questo film il regista è stato capace di reinventarsi creando ancora un prodotto che negli anni è diventato un cult e questo non tutti lo sanno fare (vedi Dario Argento da noi).

 Wes__07-2smaller_crop.jpg

Wesley Earl Craven (Cleveland, 2 agosto 1939 – Los Angeles, 30 agosto 2015)

Continua a leggere

Batman v Superman v Zack Snyder v il sottoscritto

Intervista “face to face to face to face” con i protagonisti ed il regista.

Recensione di “Batman v Superman: dawn of justice” (USA 2016)

23/03/2016  dal diario di Red Sledding. “Stasera andrò a vedere l’ultimo film di Zack Snyder, regista che stimo un sacco e mi ha sempre affascinato e sorpreso, quindi “stasera leoni” speriamo domani niente Hangover perchè non vorrei mai mettere questa recensione nella sezione “sera leoni mattina…” ma devo ammettere che ho un pò paura. Io comunque tifo Zack.”
Continua a leggere

Forse è nato un nuovo genere: il “Cinespaghettone”

…perchè a me il panettone fa schifo!!!

recensione di “lo chiamavano jeeg robot”(italia,2016)

Cos’è il “cinespaghettone”? è quel nuovo genere di film ITALIANO che onora i vecchi film d’azione (western) che nel nostro paese andavano tanto di moda e che a differenza del tanto odiato “cinepanettone”(che dovrebbe arrivare solo a natale ma ormai non è più così purtroppo) è buono tutto l’anno a qualsiasi ora vuoi e puoi farlo in mille modi perchè alla fine gli spaghetti vanno sempre bene. E anche se prendi una ricetta classica (come quella di “Lo chiamavano Jeeg robot”) se fatta in casa è qualcosa di speciale.

sordi

“Bono sto cinespaghettone!!!!

Continua a leggere