“PIXELS”. Noi assassini seriali di lemmings non lo possiamo accettare.

E noi Lemmings siamo leggermente incaxxati!!!

Film Brutti: recensione incazzata di “Pixels”(USA, 2015)

“Anni ed anni di “Lemmicidi”, di battaglie impossibili e di infinite campagne. Abbiamo visto morire milioni di nostri fratelli caduti nella lava, auto-implosi e trucidati in altri mille modi diversi. E questo per cosa? Per la felicità di piccoli e stupidi ragazzini? Gli stessi piccoli e stupidi ragazzini che oggi sono diventati grandi e si divertono ancora a guardare morire Pac-Man, Super-Mario, Donkey Kong e tutti gli amici “pixeliani”? Bè, attenti ragazzi, vi siete dimenticati di noi e adesso ci vendicheremo!!!”

Portavoce dei Lemmings.

E noi Alcolisti Cinefili appoggiamo la causa, per questi motivi:

1.”Pixels” è un film BRUTTISSIMO e INUTILE.

2. In “Pixels”non ci sono i lemmings!!!

3. Di Lemmings ne abbiamo uccisi veramente un sacco!!!

uscite-pixels2-1000x600.jpg

Occhio ai lemmings!!! Ma anche alle mosche ragazzi!!!

 

Molti odiano Adam Sandler, alcuni odiano i videogiochi, altri odiano gli attacchi alieni. Ci sono molti buoni motivi per non vedere questo film, ma è inutile stare qui ad elencarli, vi dico solo che è stato candidato ai Razzie Awards, il premio per i film più brutti per chi non lo sapesse. Ma dal momento che io sono figlio degli anni in cui i videogiochi erano costruiti appositamente per farti girare i baloon, ho deciso di guardare questo film. Noi degli anni 80’e 90′ non finivamo i giochi, ancora oggi ci chiediamo se “space invaders” e “tetris” abbiano una fine. I videogiochi che sapevi avere un finale, ti facevano arrivare all’ultimo livello, e dopo mesi di “sedute sudate” davanti allo schermo, ti facevano capire che non avresti mai vinto e che ti potevi scordare di vedere il finale di quel videogioco infinito. Mi ricordo ancora le ore davanti al gameboy, senza poter salvare, a giocare a SuperMarioLand. E le batterie che se scariche ti facevano ricomiciare tutto da capo, l’incubo della nostra infanzia.

hqdefault (1)

Io questo qua non l’ho mai ucciso!!!

E cosa è successo oggi? Internet è arrivato nelle nostre case sbattendoci in faccia tutte le soluzioni dei videogiochi e mostrandoci la semplicità con cui potevamo finirli in pochi minuti. Mi dispiace ma non ci sto, la verità è che quei videogiochi ci volevano dimostrare come la vita sia dura e non sempre si vince. Per anni ho provato a riprendere in mano questo videogioco continuando a fare morire il povero Mario e vi assicuro che il mio personale “idraulico” non ha mai raggiunto la sua principessa. Eppure internet rende tutto più semplice. Super Mario Land finito in 12 minuti!!! Tutto ciò non è reale e sopratutto non rende giustizia a chi, come me, ha provato e riprovato (e forse ci riproverà ancora), diventando il “Mosè dei videogiochi” che non arriverà mai alla sua terra promessa. Di seguito un video che mi ha rovinato la vita.

 

Ricordatevi comunque che, mentre state leggendo queste parole, stanno morendo 100 lemmings al secondo, ma per loro questo non è un problema, perchè lo fanno per la loro causa. Vi vogliono ricordare la fatica e il tempo perso nel loro mondo dei pixels, piccoli quadratini che compongono il loro universo, e che Chris Columbus, regista anche di buoni film, ha voluto dimenticare creando un lungometraggio che non parla né di noi giocatori né dei nostri videogiochi. E fa anche di peggio, perchè il senso del film lo possiamo riassumere in quei 12 minuti del video sopra, ovvero sconfiggere il nemico è molto più semplice. Forse per te caro Chris, sicuramente non hai perso ore a cercare di raggiungere principesse, mangiare pallini e frutta, evitare barili di gorilla incazzati, scappare da fantasmini affamati, incrociare blocchi da eliminare e sopratutto UCCIDERE LEMMINGS!!! E nonostante questa mia pulsione omicida (o meglio suicida) questi piccoli omini fatti di pochi pixel, non sono incazzati con me, ma con te, e ti consiglio di stare molto attento in futuro se vorrai fare altri film del genere.

tumblr_nipih5gX0y1sj7lv3o1_500

“Conta fino a 5 prima di girare un altro film”

Per chi è ancora convinto che questo film non sia brutto cercherò di farvi capire che, per quanto sia un semplice film che deve solamente far divertire, tratta comunque di argomenti a noi cari relativi alla nostra infanzia e un po’ di valore quindi ce l’ha.

Prendiamo in considerazione un’altro film legato alla nostra infanzia: “The Lego Movie”. Perchè questo film? Perchè parla di quei mattoncini colorati, molto simili ai pixel, che hanno invaso i pavimenti delle nostre camere e ci hanno fatto girare i “baloons” ogni volta che non trovavi il pezzo o che ne pestavi uno. Tutti noi siamo legati a questi mattoncini e il film parla proprio di questo, non solo di lego animati e divertenti ma anche di noi che da bambini usavamo la fantasia e vedevamo qualcosa di più di un semplice pezzo di plastica. Eppure ci dice anche questo, quel mattoncino non è vivo, è inanimato e l’adulto nel film lo ricorda, usando i mattoncini per creare un modello che gli è utile per il lavoro. Non per giocare quindi. Eppure alla fine ci ricasca e ritorna anche lui bambino riscoprendo il potere dei ricordi. Tutto questo “Pixels” non ce l’ha, non ci prova neanche a raccontare qualcosa sui videogiochi della nostra infanzia, si limita a far divertire, e sinceramente se al posto dei personaggi “pixelati”ci fossero stati alieni buffi il film non cambiava. Una scusa, quindi, quella di utilizzare i videogames, giusto per presentare qualcosa di nuovo, non raccontandoci niente in realtà. Per questo appoggiamo i Lemmings e speriamo in un futuro film degno dell’universo “pixelato”, come è successo per l’universo dei “mattoncini”.

E dimenticavo, è vero che ho ucciso un sacco di Lemmings, ma vi posso assicurare che ne ho salvati anche di più. CHE L’INVASIONE COMINCI!!!!!!

01538bc9a63dd4e39832f2a205d821ba-gif-of-the-day-cascade-o-lemmings

Ma come fai a non mettermi sti “fighi”nel film. Io ne farei uno solo su di loro!!!

 

 

“Anche i Grabberi appoggiano la causa”                                                                                                                                                                                                                                          #Grabbero#Astemio#

Tasso Alcolico del Grabbero: 0% (5…4…3…2…1…Oh no!)

 

pubblicato da

Red Sledding, #alcolisti#cinefili#

Annunci

Un pensiero su ““PIXELS”. Noi assassini seriali di lemmings non lo possiamo accettare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...