“Resident Evil” la recensione di un fumatore

Attenzione, spoiler : “Fumare fa male”

Recensione ubriaca: “Resident evil: la saga (2002-2017, Usa, Regno unito, Germania, Francia).

PRIMA SIGARETTA.

Mi chiedo ancora oggi cosa mi abbia portato a farmi quel primo tiro di sigaretta sapendo che fa schifo e che fa male e non riesco a trovare una risposta. Era circa il 2002 quando fumai la prima sigaretta e nello stesso periodo accadeva un’altra cosa, usciva un film tratto da uno dei videogiochi nemici della nostra infanzia, l’infinito e “horrorifico” Resident Evil. Lo sappiamo tutti che “non si può fare un film su un videogioco” ma, attraverso la stessa stupida logica che mi ha portato a fumare, mi sono ritrovato davanti lo schermo a vedere questo film.

Il film comincia! Degli strani uffici? Oddio cominciamo male…      (primo tiro)

Aspetta cambia scena, dimentichiamoci della prima.

C’è la villa del videogioco fichissimo!!!        (secondo tiro)

Aspetta, se ne vanno già dalla villa.

Ma cosa?   (terzo tiro)

Dove sono gli zombie?

Cosa sta succedendo? (quarto tiro)

Una bambina?

Dei laser assassini? (ultimo tiro)

Ok è finito!!! Non ne potevo più!!

Ma aspetta cosa succede? Dove è finita? Oddio Raccoon city!!! Ci toccherà riprovare…

E alla fine ti rimane quella sensazione strana, insomma è stato bello o no? non lo so, ma non so per quale motivo voglio riprovarci. Qualcosa di bello c’era ma in generale fa schifo. Riproviamo, magari la seconda sarà meglio.

maxresdefault (2).jpg

Dimenticavo i famosi ascensori assassini! Ve li ricordate sul videogioco, vero?

SECONDA SIGARETTA.

E proviamo di nuovo dai, alla fine non era tutto da buttare e poi alla fine le premesse per il secondo film non erano male. E così cominciamo la seconda parte dove di resident evil c’è molto di più.

Racoonn city distrutta come nei videogiochi.

C’è Nemesis il cattivone, vai ammazzali tutti.

La scuola coi bambini zombie, divertente.

La poliziotta Jill Valentine, aspetta ma ha il costume comprato al sexy shop?

Non gli zombie che escono dalla terra!!! Dai non serve sta scena, cosa mi combini?

No Nemesis anche tu adesso mi rovini il film!!!

Basta!!! cosa succede? I super-poteri anche?

Ok, ragazzi datemi un’altra sigaretta per favore!!!

REwallpaper_Jill_Valentine01.jpg

Classica divisa della polizia di Raccoon city

TERZA SIGARETTA.

Il tempo passa e con l’amico si è deciso di dividere un pacchetto di sigarette in due (che durerà un mese), perchè, non si sa per quale motivo, abbiamo deciso che ci si guarderà tutta la saga e se ce la vogliamo fare, l’unico modo per resistere è cominciare a fumare. E arriva così il terzo film, non c’è Jill Valentine e questo è un male perchè noi abbiamo iniziato l’avventura dei videogiochi con lei. Ok non importa, continuiamo a guardare.

Ma che bello questo film.

Non c’entra niente con RE ma è bello.

Saranno i colori, la luce, i combattimenti.

Fresco e pulito più degli altri.

Comincia a piacermi questo Resident Evil.

Ma aspetta che succede?

Non finirà così? Ommioddio!!!

Finito il pacchetto di sigarette ti rendi conto che fumare fa schifo e fa male ma continui lo stesso.

Finito Resident Evil 3 ti rendi conto che la saga fa schifo e forse anche male ma continui lo stesso.

Cosa c’è di sbagliato in me?

Carlos_7.jpg

Zombie vs sigaretta, chi ti ucciderà per primo?

 

TUTTE LE ALTRE SIGARETTE

Ormai il vizio c’è, di sigarette ne abbiamo fumate tante e di Resident Evil ne abbiamo visti troppi. Dopo il terzo c’è come un caos nella mia testa, non mi ricordo neanche più quanti ne han fatti di questi film e ormai vederli è come fumare una sigaretta, non pensi neanche al fatto che fa schifo ma lo fai lo stesso, in maniera automatica e la cosa incredibile è che questi film, che non rendono sicuramente felici i fan dei videogiochi come me, continuano a tornare a tormentarmi e quando me li trovo davanti mi viene voglia di rivederli. E li riguardo continuando a fumare sigarette che mi fanno schifo!!! L’unica spiegazione che riesco a darmi è forse che ci mancano i tempi dei film ignoranti, quando eravamo giovani e non avevamo bisogno di vedere film impegnati per dimostrare agli altri di essere colti. Che poi la storia è la solita, i film sui videogiochi fanno schifo ma la gente li guarda. Nel 2017 comunque finirà tutto, arriverà l’ultimo capitolo, io fumerò ancora, e penserò al lungo viaggio fatto con Alice che con Resident Evil non c’entra niente ma, essendo la moglie del capo, è la vera ed unica protagonista. L’unica speranza che ho è che, nell’ultimo capitolo, non trovino una macchina del tempo e riescano a riportare in vita l’umanità. O magari con le sette sfere perchè no?

resident-evil-6-final-chapter-release-date-milla-jovovich.jpg

“The  Milla Jovovich experience Cap. 6” in uscita a Gennaio 2017

 

“Il sesto capitolo lo guardiamo fumando qualcosa di più potente però”                                                                                                              #Grabbero#Astemio#

Tasso Alcolico del Grabbero: 60% (occupato a beccare il fermo-immagine per vedere la passera di Milla Jovovich)

 

pubblicato da

Red Sledding, #alcolisti#cinefili#

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...